top of page
Scrivendo sulla spiaggia

Blog

5 Elementi - Energia Legno o Albero



I 5 movimenti dell'energia stabiliscono una relazione microcosmo-macrocosmo, ovvero permettono al macrocosmo di ritmare (in modo variabile) il microcosmo.

In Primavera si attiva l’energia dell’elemento Legno o Albero, una delle 5 di trasformazione dell’energia della Medicina Tradizionale Cinese.




L'ideogramma dell'elemento legno MU rappresenta un albero con grandi radicii. Questa è proprio la chiave per capire questo elemento.

L'albero è ben radicato nella terra da cui riceve nutrimento, così può estendersi verso il cielo in tutte le direzioni.






Questa è la fase dove l’energia, dopo essere stata ad uno stato potenziale nel periodo invernale, esprime invece tutta la sua forza di crescita e di rinascita. Una spinta verso l’alto e l’esterno, proprio come fa una piantina che cresce, ci mette tutta la sua forza per uscire dalla terra e una volta uscita cresce con una forte energia. 

E’ il momento che conferisce forza all’acqua, l’elemento dell’inverno, donandogli forza e movimento inizia il  disgelo dei fiumi, del movimento, dell’energia che si muove in una direzione ben precisa, come un albero che cresce in maniera ordinata ma armonica. 


La fase Albero o Legno rappresenta la novità, gli inizi, le idee ed è abbinata ai primi 20 anni di vita, è l’elemento della gioventù e del futuro e rappresenta il bisogno dell’uomo di poter essere ben saldo con le sue radici, per potersi spingere verso l’alto per la sua evoluzione psichica e spirituale. Questa è un’aspirazione, un bisogno di espansione che è proprio del Dharma dell’essere umano che è molto forte e continua per tutta la vita.



Se questa spinta, questa evoluzione vengono bloccate si hanno stati d’animo di forte tensione, di rabbia, frustrazione, proprio perchè è un’energia molto potente ed ha bisogno di potersi muovere


Questo elemento corrisponde agli organi di Fegato e Vescicola Biliare




Quando questa fase energetica è in armonia e questi due organi funzionano bene c’è vitalità e impulso ad avere idee e progettare cose nuove con energia e spinta vitale e anche con pazienza. Si è capaci di non perdere di vista l’obiettivo con  una visione chiara e si è flessibili e indulgenti.

Si ha fiducia in se stessi e si riesce a creare intorno a sé una fiducia serena e costante, che unita ad una buona capacità di capire e interagire con l’ambiente circostante con leggerezza, rende chi è caratterizzato da questo elemento, un leader naturale, che porta buoni stimoli evolutivi e sa organizzare nel concreto e trasformare i suoi progetti in realtà.

Si caratterizza di solito per la sua originalità e creatività e limpidezza.


Quando invece le esperienze della vita bloccano questa crescita creativa e questa spinta energetica, ci possono essere senso di soffocamento e problemi legati agli arti, e alla colonna vertebrale, può nascere rabbia e aggressività, frustrazione e bisogno di controllo eccessivo su se stessi e di prevaricazione sugli altri.

Essendo un’energia così impetuosa è dura tenerla a bada se non la si esprime. In questo stato c’è bisogno di riconoscimenti continui, perchè si ha scarsa autostima e si tende a perdere la pazienza e anche ad urlare.

Inoltre ci si può sentire poco radicati ed avere mancanza di equilibrio e facilità a cadere e poca flessibilità. Sentirsi storditi e sradicati, facilmente confusi, presi da vertigine.


Quindi si capisce come sia importante aiutare questo stadio di energia a essere libera e leggera di potersi esprimere pienamente nella sua spinta creativa, aiutandola con una alimentazione leggera e poco grassa, eliminando tutti i cibi che appesantiscono, e arricchendola di verdure a foglia verde, di sapori aciduli, cibi fermentati e cotture leggere (vapore, pressatura, scottatura, soffritto in acqua, saltato in padella) e altri alimenti consigliati per questo elemento.

Da evitare o limitare sono le proteine animali, specie formaggi, farine cotte al forno e cottura al forno in genere. Meglio preferire cereali integrali in chicchi alle farine.

Come attività è consigliato stare nella natura, il ballo, lo yoga, non prendersi troppo sul serio, dare spazio alla creatività.


Inoltre ci sono dei rimedi speciali che aiutano questo elemento ad armonizzarsi e purificarsi (puoi trovare il link alla fine dell'articolo)


Fegato

Il Fegato accumula e distribuisce energia, assicurando in ogni momento il rifornimento ottimale di energia ad ogni parte del corpo, immagazzina il sangue e al bisogno lo distribuisce all’organismo e disintossica. Governa anche i tessuti elastici del corpo, i tendini e i legamenti delle articolazione, si esprime nella limpidezza degli occhi (quasi tutti i disturbi agli occhi provengono dal fegato), in un ciclo mestruale non problematico. 




Il fegato è sede dell’anima. I cinesi conoscevano due anime, una immortale, che ha molti aspetti in comune con l’anima del nostro ambito culturale e un’anima del corpo. La prima corrisponde allo spirito elementare dell’elemento legno e del fegato. Viene detta “Hun”. 

Questa energia entra in gioco ogni volta che si immagina, si sogna, si crea, si fa arte, si progetta; ogni volta che si deve avviare un processo che ci si deve attivate verso l'AZIONE: nella primavera per uscire dal torpore dell’inverno, alla mattina per uscire dall’immobilità della notte, nella nascita per iniziare la vita, nello sport, nella rabbia per uscire dall’impotenza o dalla tristezza.

consente il collegamento con l’universale o con il divino ed è un tramite essenziale della crescita spirituale. L’energia del fegato chi, come già detto in precedenza, è indirizzata verso l’alto, gioca un ruolo importante in questa connessione, Hun è anche in rapporto con la fantasia e con la forza di immaginazione e rappresenta una delle radici della nostra creatività. Sogni ed emozioni che rappresentano il collegamento con il subconscio hanno la loro origine in Hun. La forza delle visioni, la capacità di fantasticare sul futuro, sono espressione di questo aspetto del fegato.


Il fegato è l’organo più esteso, mantiene costante la qualità del sangue, regola e supervisiona la nostra condizione interna. Le sue funzioni sono importantissime:

  1. E’ la principale fabbrica chimica del corpo

  2. E’ l’apparato che riceve e trasforma tutto il cibo in entrata

  3. E’ l’organo che gestisce l’immagazzinamento e la distribuzione di tutte le riserve extra del corpo

  4. E’ il manager che controlla la qualità di tutto il cibo ingerito

  5. E’ l’organizzazione per la protezione ambientale del corpo: controlla la qualità dell’ambiente e neutralizza qualsiasi sostanza tossica o non desiderata

  6. Ha anche una grande influenza sulla nostra condizione emozionale e spirituale. Un fegato sano, infatti garantisce pazienza, resistenza, perseveranza e capacità di sviluppare e mantenere l’equilibrio spirituale, in caso contrario, invece, si avrà una profonda insicurezza, irritabilità, rabbia, emotività esagerata ed ostinazione.


Il cibo ingerito, grazie al processo digestivo, viene scomposto in sostanze nutritive, che passano nel sangue e giungono direttamente al fegato, il quale decide cosa farne, Il suo primo compito è quello di renderle utilizzabili per il corpo. Grazie a questa funzione di trasformazione, il fegato contribuisce anche al mantenimento dell’equilibrio delle sostanze nell’organismo: carboidrati, grassi e proteine.

Una volta soddisfatte le necessità dell’organismo, il fegato si trova a gestire le sostanze nutritive in eccesso, che vengono trasformate in grasso o muco.


La cistifellea è la sorellina minore del fegato . Il suo compito principale è quello di immagazzinare la bile che il fegato secerne e poi pomparla nel duodeno attraverso il dotto biliare, e poi nell’intestino. Qui la bile agisce sul grasso e sugli olii, emulsionandoli per facilitarne la digestione.


La bile è composta da:

  1. Sali biliari che il fegato ricava dal colesterolo

  2. bilirubina, un pigmento giallastro che viene dai globuli rossi eliminati. La bilirubina è ciò che colora le feci e che provoca il classico colore giallo della pelle e degli occhi quando ci sono problemi in questi organi.

  3. Un carico generale di rifiuti e tossine che il fegato ha filtrato dal sangue.


L’energia della vescicola biliare è l’energia dei lati del corpo.

Questa energia si evidenzia nel modo più chiaro nei punti dove corre anche il meridiano. L’attività della vescicola biliare è quella che si esprime sotto forma di attenzione e attività orientate lateralmente. Attraverso di essa viene garantito l’equilibrio tra parte destra e parte sinistra del corpo.

Sul piano psicologico questa energia corrisponde all’incirca alla capacità di prendere decisioni. Se è sana siamo nella situazione di poter prendere decisioni di poca o grande importanza, rapidamente e senza tentennamenti.

Questa funzione rappresenta quindi un’importante integrazione della funzione del fegato.


Bibliografia:

  • I 5 elementi e i 12 meridiani - Wilfried Rappenecker (Ed. Mediterranee)

  • Agopuntura tradizionale - La legge dei cinque elementi - Dianne M. Connelly, Phd. M. Ac. (Ed. Oltre il ponte)

  • Medicina Tradizionale Cinese - Corradin, Di Stanislao, Parini (Casa Editrice Ambrosiana)




















Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page